martedì 1 novembre 2011

Vestitevi a cipolla e ricordatevi il k-way.

Quando c'è il cambio di stagione la migliore soluzione per sfuggire al caldo o al freddo è vestirsi a cipolla. Che poi vuol dire vestirsi a strati. Togli la felpa e smetti di soffocare dal caldo. Metti la felpa e smetti di brinare.
Anche nei rapporti umani ci vestiamo a cipolla. Che non vuol dire andare dal proprio fidanzato conciati come un soffritto.
Tutti noi partiamo con il cappottone invernale e pian piano ci svestiamo. Ogni volta che il rapporto si evolve e si fa più profondo noi togliamo qualcosa. Con la nostra famiglia saremo nudi. Con gli amici in mutande. Con i conoscenti in felpa e jeans.
Io sono freddolosa e quindi d'inverno affretto il cambio e d'estate lo ritardo. Mi costa molto spogliarmi. Non è difficile vedermi parlare con qualcuno in mutande mentre io ho il piumino, la sciarpa e il cappello.
Nonostante questo capita anche a me di restare in mutande. E solitamente me ne rendo conto perchè frigno un sacco. Qualsiasi cosa riguardante quella persona mi fa frignare, anche il più piccolo problema. A volte è frustrante perchè basta davvero poco, come una piccola discussione, che i rubinetti partono. E non è mai bello cominciare a frignare nel bel mezzo del nulla, in situazioni che non richiedono il pianto. Per esempio se state litigando con qualcuno. Voi urlare, l'altro urla e all'improvviso tu cominci a frignare. L'altro percepirà un'anomalia. Così o si incazzerà ancora di più o smetterà di gridare e cercherà di tranquillizzarvi. Ed io a queste due soluzioni reagisco incazzandomi e questo mi porta a piangere ancora di più.
Solitamente siamo noi a decidere se spogliarci o meno. Magari inconsciamente ma lo decidiamo noi. A volte però ci troviamo di fronte a persone che brutalmente ci spogliano e rivestono a loro piacimento. Senza che ci sia data al possibilità di reagire. Provate ad immaginarvi in piena estate, caldo e umidità alle stelle. Arriva uno e vi infila felpa, cappotto e sciarpa. Schiattate dal caldo.
Oppure immaginate che arrivi uno in pieno inverno e vi lasci mezzi nudi in mezzo al freddo e alla neve. Schiattate di freddo.
Ora come ora, vorrei schiattare di freddo.


Baci ma anche no
Mia Samsa

7 commenti:

  1. utente anonimo2 novembre 2011 12:02

    aaah forse è per questo che muoio sempre di caldo, non è menopausa precoce!!!!!!! =) <3

    RispondiElimina
  2. ho dato un occhi al tuo FB; non sei femminista vero? Perchè se le donna non somo come tu sei, smeti di credere nel concetto di donna?!

    RispondiElimina
  3. quel che io so è che non bisogna mai, MAI, avere freddo (questa in realtà è la prima regola del fight club U_U)

    RispondiElimina
  4. @Pimpirulin: ahahahah grazie! Ha volte ho il dubbio che non siano comprensibili :D Mi fa piacere sapere che non è così!

    @bastax: Fondiamo il Cold Club.Sfide all'ultimo che muore di ipotermia XD

    @pervertito: Non essere femminista non ha nulla a che vedere con il concetto di donna. Sono contraria alle attuali politiche in merito alla difesa della donna oltre che al modello femminile proposto ai giorni nostri (e come modello femminile non intendo quello estetico).

    RispondiElimina
  5. minch....ma come cazzo ho scritto?!?! ahah, tra lettere mancanti, singolari che si accompagnano a plurali e doppie mancanti, sembro assolutamente un leso! Che vergona......X-P

    Si ma se il mondo e la società professano un femminismo sbagliato, ciò non dovrebbe alterare il tuo concetto di femminismo, dovresti invece forse urlare ancora più forte il tuo pensiero; ecco cosa voleva essere la mia, una sorta di provocazione a non dire "bhè, se le cose stanno così, allora ciao", ma un "no cazzo, state sbagliando! si fa così!".

    RispondiElimina
  6. Alla fine le femministe pià convinte sono uomini, e i i più grandi maschilisti donne.

    [e]

    RispondiElimina
  7. io comunque preferisco lo scalogno

    RispondiElimina