lunedì 4 aprile 2011

Resteremo amici perchè non c'ho sbatti di odiarti.

Tutti sapevano che avrei "mollato" Biscotto al suo ritorno.

Dissi così alla Mary che lui era arrivato prima di me.
"Ma non sei incazzata?"
Le dissi che non mi era stato fatto nessun torto quindi no.
"Ma non ti saresti sentita meglio a farlo tu?"
Mah, in realtà sarei stata meglio nel non farlo.
"Ma così sembri tu quella con più sentimenti!"
Stavamo facendo una gara e nessuno mi ha avvisato?
Le dico che comunque ci parlo ancora e non escludo di poterlo incontrare.
"Ma sei scema? Non hai un po' di orgoglio!?"

Io non odio e non provo risentimento. Non lo faccio verso chi mi ha fatto del male, figuratevi verso chi non me ne ha fatto. Smettere di rivolgergli la parola o avercela con lui avrebbe alimentato un sentimento di astio che non esiste. Mi sarebbe venuta l'angoscia ogni qual volta mi fossi trovata su fb, twitter e splinder.
Chiacchiero e scherzo come ho sempre fatto e per me è strachiusa la questione. E sei io ci metto una pietra sopra lo faccio davvero. Sì, ogni tanto faccio qualche battutina sul fatto "Mi hai mollato" ma non con cattiveria, semplicemente lo trovo divertente.

L'altra sera mi sono incazzata con Mary perchè ha rinfacciato al Jesus che quando hanno litigato è stata lei a rimettere le cose a posto e chiedere scusa anche se aveva torto lui.
Io se faccio una cosa per una persona a cui voglio bene non lo rinfaccio dopo. L'ho fatto con convinzione e non perchè la situazione era pesante e non sapevo sostenerla. E non chiedo scusa se penso di avere ragione. Quando litigammo io e lei le dissi "Non ti chiederò scusa perchè non penso di avere torto. Se per te va bene per me la questione è finita qua, ci metto una pietra sopra" e ci ho messo una pietra sopra. Non provo risentimento per quello che ha fatto, è passato. Non dico di averlo dimenticato ma è un ricordo come lo è il pollo che ho mangiato ieri.
Sono solita vivere il presente. Non guardo al passato. Spero nel futuro. Non mi fascio la testa prima di cadere ma preferisco mettermi un casco. Non penso a ciò che accadrà da qui ad un anno perchè potrei, fra un anno, non avere più bisogno di pensarci perchè il problema non esisterà più.
Le ho sempre detto che mi da fastidio questo suo comportamento ma non sembra capire. Trovo tutto molto infantile. Odiare, rivangare il passato, non seguire i propri sentimenti per paura di cosa pensa l'altro quando in realtà si ha paura di noi stessi, di sembrare qualcosa che non siamo. Vivere la vita come se fosse una gara a punti o un match con andata e ritorno. Oggi hai fatto lo stronzo tu, domani io. Perchè? Perchè? Perchè?


Baci ma anche no
Mia Samsa

6 commenti:

  1. Sai che mi piace davvero tanto il tuo modo di pensare?

    RispondiElimina
  2. @amaranta Esticazzi! :D (ahahhaha)

    RispondiElimina
  3. hai no ragione, DI PIù! complimenti, è una dimostrazione di maturità, e purtroppo tanta gente non ci arriva!

    RispondiElimina
  4. Troppo vero. mi piace il tuo blog :D

    RispondiElimina
  5. bè se tutti fossimo persone normali come te me e tanti altri, che viviamo senza fuoco al culo e rimaniamo in rapporti civili con le persone senza fare gare vivremmo in un mondo migliore.

    RispondiElimina